Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma

CENTRO PER IL LIBRO E LA LETTURA


Frutto del Protocollo d'Intesa che aveva visto nel 2006 confrontarsi enti e istituzioni statali e locali, associazioni di categoria e attori vari del mondo del libro, il Centro era stato istituito con la riforma emanata con il dPR n. 233 del 2007.

Riconfermato dalla nuova riorganizzazione (dPR n. 91 del 2 luglio 2009), il recente Regolamento, emanato con  dPR n. 34 del 25 gennaio 2010, ne sancisce il funzionamento, dotando l'organismo di autonomia scientifica, finanziaria e organizzativa.
Il Regolamento ribadisce i compiti istituzionali del Centro:  attuare politiche di diffusione del libro e della lettura in Italia e promuovere il libro, la cultura e gli autori italiani all'estero. Ne determina la struttura consiliare formata da vari organi ed un presidente. Ne regola la struttura organizzativa, afferente alla Direzione generale per le biblioteche e gli istituti culturali, con a capo un direttore responsabile delle attività e del conseguimento degli obiettivi prefissi, attraverso l'adozione di provvedimenti per l'attuazione dei programmi di spesa.
Il Centro collabora con le amministrazioni pubbliche, le istituzioni territoriali e i soggetti privati che operano nella filiera del libro al fine di

- incentivare la realizzazione di progetti editoriali tematici volti a valorizzare le opere di autori contemporanei italiani e stranieri;
- promuovere la lettura nelle istituzioni scolastiche con la collaborazione del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca;
- far conoscere la rete delle biblioteche e dei relativi servizi;
- realizzare campagne informative per la promozione della lettura attraverso i mezzi di comunicazione con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri;
- promuovere la diffusione del libro, della cultura e degli autori italiani all'estero con la collaborazione del Ministero degli affari esteri.
- organizzare manifestazioni ed eventi in Italia e all'estero per la promozione del libro e della lettura, tra cui una campagna nazionale annuale;
- sostenere le attività di diffusione del libro e della lettura in particolare tra i giovani con la collaborazione della Presidenza del Consiglio dei Ministri - Dipartimento della gioventù

All'art. 3 e 4 sono indicati gli Organi che costituiscono il Centro:

- il presidente, scelto dal Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo tra personalità in possesso di comprovati requisiti di capacità ed esperienza che ha la rappresentanza del Centro nella cura dei rapporti nazionali ed internazionali;
- il consiglio di amministrazione che ha il compito di deliberare il programma di attività del Centro e adottare le linee di ricerca e gli indirizzi tecnici sulla base di quanto proposto dal consiglio scientifico;
- il consiglio scientifico che elabora le linee di attività e gli indirizzi tecnici del Centro;
- l'osservatorio del libro e della lettura che sulla base delle linee di intervento formulate dal consiglio scientifico, elabora studi sulla diffusione della lettura in Italia, sull'andamento della produzione e delle vendite di prodotti editoriali, sui comportamenti di acquisto e sul consolidamento e l'incentivazione all'apertura di nuove librerie e biblioteche;
- il collegio dei revisori dei conti che effettua il controllo di regolarità amministrativo-contabile.

I componenti del Consiglio di amministrazione, del Consiglio scientifico e dell'Osservatorio del libro e della lettura sono nominati con decreto del Ministro dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo .

Il Centro si avvale di risorse finanziarie derivanti dalla Direzione generale per le biblioteche, gli istituti culturali e il diritto d'autore del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo e da proventi collegati ad attività di promozione, pubblicazione, consulenza e collaborazione con soggetti pubblici e privati oltre che da contributi pubblici e privati italiani, comunitari o da organizzazioni internazionali. Il Centro può effettuare prestazioni a pagamento per conto di terzi e richiedere contributi per corsi o seminari di formazione e di aggiornamento o altre manifestazioni.

Il Centro può istituire borse di studio e di ricerca.

Il Presidente del Centro, succeduto a Gian Arturo Ferrari, è, dal 1° aprile 2014, Romano Montroni.  Nato a Bologna, dopo una prima esperienza nel mondo della distribuzione, dal 1962 ha sempre lavorato nelle Librerie Feltrinelli, delle quali è stato direttore fino al 2000. Professore a contratto nel master in Editoria cartacea e multimediale di Umberto Eco presso l’Università di Bologna, dal 2001 è docente della Scuola per Librai Umberto e Elisabetta Mauri nei seminari di perfezionamento e nei corsi monografici, oltre che membro del Comitato promotore. Da luglio 2005 collabora con le Coop per la realizzazione della catena Librerie.Coop in alcuni centri cittadini e commerciali. Nel 2006 ha pubblicato Vendere l’anima. Il mestiere del libraio (Laterza), nel 2010 Libraio per caso. Una vita tra autori e lettori (Marsilio) e nel 2012 I libri ti cambiano la vita (Longanesi). Ha selezionato e formato oltre seicento librai e inaugurato settantacinque librerie.

Il Direttore del Centro, nominato già dal 2008 nella persona della dottoressa Flavia Cristiano, è dirigente del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, con esperienza professionale pluriennale non soltanto nel mondo istituzionale delle biblioteche, ma anche in quello scientifico come docente e studiosa in materia di storia del libro e del commercio librario.



Info:

Direttore: dott.ssa Flavia CRISTIANO
Comune: Roma
Indirizzo: Via Pasquale Stanislao Mancini, 20
CAP: 00196
Provincia: RM
Regione: Lazio
Telefono: +39 0632389301
Fax: +39 0632389326
Email: c-ll@beniculturali.it
Email certificata: mbac-c-ll@mailcert.beniculturali.it
Sito web: http://www.cepell.it



XML

   CENTRO PER IL LIBRO E LA LETTURA

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 066723.5338 .5339 .5340 .5283    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2017 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 06-12-2017 11:40:32 | Rif: 125120


Id Asset: 125120 Generata il: Wed Dec 06 12:20:19 CET 2017 Tempo di esecuzione: 54 Categoria: Enti (669)