Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma

XI SETTIMANA DELLA CULTURA: "LA CULTURA È DI TUTTI: PARTECIPA ANCHE TU"

Pubblicato il 16 aprile 2009


Get the Flash Player to see this player.
Da 24 anni (prima con il nome di Settimana per i beni culturali, dal 1998 ribattezzata Settimana della Cultura), il MiBAC apre per una settimana, gratuitamente, i luoghi statali dell’arte: monumenti, musei, aree archeologiche, archivi, biblioteche per una grande festa diffusa sul territorio.
Quest’anno, la Settimana della Cultura (allungata a nove giorni per la concomitante festività del 25 aprile) si terrà dal 18 al 26 aprile con oltre 2.500 eventi in programma tra mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori, visite guidate, concerti, spettacoli, proiezioni cinematografiche, l’inestimabile cultura italiana è alla portata di tutti. Rispetto al 2008 in cui si erano organizzati 1970 eventi si è registrato un aumento dell’offerta pari al 27%.
Lo slogan scelto per quest’anno, “La cultura è di tutti: partecipa anche tu”, vuole ribadire che la cultura appartiene al quotidiano di ognuno, che oltre ad usufruirne per la propria crescita ed arricchimento personale, è chiamato anche a proteggerla e ad assicurarne la trasmissione alle generazioni future.
Coinvolte nell’iniziativa anche molte Istituzioni pubbliche, Enti locali, Associazioni, Fondazioni statali e private. Di particolare rilievo è la partecipazione degli Istituti italiani di Cultura all’estero, che aprono le loro sedi con un ricco programma di eventi.
Quest’anno anche Archeoclub d’Italia onlus collabora alla manifestazione con le sue 200 sedi disseminate tra il nord, il centro e il sud d’Italia, proponendo il patrimonio storico artistico archeologico e paesaggistico delle piccole e piccolissime capitali d’arte italiane.
Si segnala infine l’attivo contributo delle Associazioni di musica popolare e amatoriale, che hanno coinvolto bande musicali, cori e gruppi folclorici presenti in tutti i Comuni d’Italia per l’organizzazione di eventi e manifestazioni.

Download video Spot
(musica: sinfonia dal nuovo mondo - 4 tempo - allegro con fuoco di Dvořák. file formato AVI 720x576 - peso 112Mb)

Questa una selezione di eventi in giro per l’Italia:
Presso l’Archivio di Stato di Potenza la mostra “Il Colore del passato” espone decorazioni e miniature in antichi documenti e codici ecclesiastici e musicali.
Il Museo archeologico nazionale di Muro Lucano (Pz) espone i reperti provenienti dai più recenti scavi effettuati nella Valle del Melandro risalenti al VI sec. a.C. con ricostruzioni di scene del vivere quotidiano e di cerimonie sacre.
Presso la Sala Conferenze dell’Archivio di Stato di Vibo Valentia in programma una mostra per conoscere e riscoprire la provincia vibonese attraverso la memoria, le emozioni, la storia, le arti, l’artigianato e la tradizione di luoghi e paesi.
Nel Palazzo Reale di Caserta viene organizzata una mostra per descrivere il gusto e le scelte stilistiche della corte reale prima l’arrivo di Vanvitelli e della nascita della Repubblica Napoletana, con dipinti, arredi e oggettistica varia.
Il Museo di San Martino di Napoli espone il Ritratto di Masaniello di Andrea De Lione, esposto nella sala a lui dedicata. La visita guidata illustra il dipinto e la storia della rivoluzione di cui Masaniello fu protagonista.
La Soprintendenza Speciale per i Beni Archeologici di Napoli e Pompei propone un suggestivo itinerario nei giardini e degli antichi sentieri ripristinati tra natura e archeologia nel partendo da Cuma, passando per Baia, Pozzuoli e Posillipo, fino a giungere a Punta Campanella, inclusi i siti di Pompei, Ercolano, Oplontis, la Villa Iovis e la Villa di Damecuta sull’isola di Capri. Il tutto arricchito da spettacoli e letture al tramonto. Sempre a Napoli viene inaugurato il ponte in ghisa che collega il superbo giardino pensile con l’Appartamento Storico del Palazzo Reale recentemente ricostruito sotto la direzione dell’Arch. Enrico Guglielmo.
A Bologna il palazzo Palazzo Pepoli Campogrande, costruito a partire dalla seconda metà del XVII secolo dal Conte Odoardo Pepoli e riccamente affrescato, apre le porte per una serie di mostre e conferenze.
A Minerbio (Bo) presso Palazzo Minerva in scena ““Marzabotto” spettacolo teatrale di Carlo Lucarelli e Matteo Belli che racconta il tragico episodio del massacro compiuto dai nazisti nel settembre del ’44.
A Canossa (Re) visite guidate al Castello che nel 1077 fu sede dell' incontro fra l’imperatore scomunicato Enrico IV e Papa Gregorio VII e al museo "Naborre Campanini".
Il Museo Nazionale di Ravenna propone una lettura di brani poetici del mondo greco classico accompagnata da brani musicali eseguiti dagli allievi dei dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giuseppe Verdi” e dalla proiezione di immagini in cui mito, arte e musica si fondono. Sempre il Museo Nazionale propone “Fila al Museo”, un appuntamento ludico-creativo in cui i ragazzi sono invitati a scoprire gli strumenti e le tecniche utilizzati nell’antichità per realizzare filati e tessuti e a sperimentare dal vivo la tintura della stoffa.
A Rualis (Ud) si va alla scoperta della Chiesa di San Giorgio in Vado risalente agli inizi del XIII secolo che conserva importanti e poco noti affreschi recentemente restaurati.
Al Museo Pigorini di Roma inaugura la mostra dedicata a Gian Gaspare Napolitano, viaggiatore, scrittore e sceneggiatore. Partivolare risalto viene dato alla sua esperienza nel Messico “indio”. Sempre nella capitale, nell’ambito del progetto di rilancio della Galleria Corsini, visite guidate con itinerario nella Roma di Trastevere, in via della Lungara, tra la Villa Farnesina, il Palazzo Corsini – Galleria Nazionale di Arte Antica e Biblioteca Corsiniana – e il Museo dell’Orto Botanico. Musica jazz al Conservatorio di Musica di Santa Cecilia di Roma con Paolo Damiani e Danilo Rea in concerto con proprie composizioni originali.
A Genova vengono presentati i restauri, appena ultimati, del Sacrario ai Caduti della I Guerra Mondiale. Vi sono esposte opere di artisti quali Umberto Boccioni, Marcello Piacentini e Mario Sironi. Sempre nel capoluogo ligure si segnala l’originale iniziativa del l’Archivio di Stato, “Adotta un documento” per sensibilizzare il pubblico sulla necessità di un urgente restauro per alcuni documenti di epoca mediaevale.
A Montalto Ligure (Im) la presentazione del restauro condotto sul monumentale altare dell’oratorio di San Vincenzo, manufatto del seicento in legno scolpito, policromo e dorato.
A Bergamo al Palazzo di Podestà, oggetto di restauri e di scavi archeologici degli ultimi anni, viene presentato il futuro museo che vi avrà sede.
Apertura straordinaria al Palazzo Ducale di Mantova: gli ambienti dell’Appartamento vedovile di Isabella d’Este in Corte Vecchia per la prima volta si potranno vedere, restaurati e ricomposti nella loro originaria unità. Dopo un anno di lavori, torna nella Sala XXIV della Pinacoteca Brera di Milano il capolavoro di Raffaello, "Lo sposalizio della Vergine", accompagnato da una videoproiezione che ne illustra storia e fasi del restauro.
Ville, chiese e palazzi aperti nelle Groane in provincia di Milano alla scoperta di tesori nascosti. Per l’occasione vengono organizzate conferenze, concerti musicali e laboratori per bambini.
Castelseprio (Va) apre l’Antiquarium nel Parco Archeologico: un’occasione per conoscerne la storia dalla preistoria all’età tardo romana, fino al suo momento di massimo splendore nell’altomedioevo.
“Sedendo e Mirando - i paesaggi (1966 - 2009)” è il titolo della retrospettiva su Tullio Pericoli, artista marchigiano disegnatore e ritrattista che inaugura nella Galleria Osvaldo Licini ad Ascoli Piceno.
A San Martino in Pensilis (Cb) mostra e convegno sul Convento di Gesù e Maria la cui storia ha origine nel 1490.
In occasione delle celebrazioni dell’Anno dell’Astronomia il Castello Reale di Racconigi (Cuneo) organizza una visita guidata con informazioni sugli apparati decorativi che richiamano il cielo, i miti e le leggende a esso correlati.
Palazzo Simi a Bari ospita “Scene del mito in Peucezia” , mostra dedicata ad una delle più ricche zone archeologiche del territorio pugliese con alcuni fra i più rilevanti reperti provenienti da questa località, compresi alcuni vasi corinzi figurati importati dalla Grecia.
Il rinnovato Museo Nazionale Archeologico di Taranto mette in esposizione le opere di Louis Ducros realizzate in Puglia nel corso del Grand Tour del 1778.
A Cagliari riapre al pubblico dopo il restauro il sito di San Saturnino, uno dei siti paleocristiani tra i più significativi del bacino del Mediterraneo edificato fuori dalle mura nella necropoli orientale della città romana.
A Caprera (Ot) si presentano per la prima volta, dopo il restauro, fotografie d’epoca, documenti e cimeli provenienti dalla Casa di Giuseppe Garibaldi nell’arcipelago de La Maddalena.
A Patti (Me) , in programma la “Giornata dei Borghi e delle Torri” con visite guidate di edifici pubblici e privati di particolare pregio architettonico e storico, ubicati nei 21 comuni del Servizio Turistico Regionale di Patti e Tindari.
Presso l’Archivio di Stato di Ragusa “Drappi d’oro, ed argento, e pura seta”, un percorso tra tessuti, abiti, gioielli nel corso dei secoli, cogliendone le implicazioni sociali, economiche, commerciali e legislative, nonché gli aspetti legati alle tecniche di lavorazione e le evoluzioni stilistiche.
A Fiesole (Fi) si inaugura la mostra che presenta al pubblico alcuni dei più importanti e significativi lavori futuristi dell’artista Primo Conti, assieme ad alcuni documenti del “tempo eroico” del Futurismo fiorentino. Nell’anno delle celebrazioni dedicate a Galileo, Palazzo Strozzi a Firenze ospita una grande mostra ideata per illustrare la straordinaria avventura umana e intellettuale che ha portato alla concezione attuale dell’Universo.
Il Museo Nazionale di Villa Guinigi a Lucca apre la nuova sezione dedicata al Medioevo con l’esposizione di preziose sculture,affreschi, ceramiche, oreficerie longobarde, monete carolinge e dipinti di altissimo rilievo, quali la croce dipinta firmata da Berlinghiero.
Ad Asciano (Si) vengono presentati gli affreschi scoperti nella Chiesa di S.Agostino. Si tratta di testimonianze pittoriche risalenti alla seconda metà del Trecento scoperte fortunosamente sulle pareti della chiesa monastica. Il Museo Civico Pinacoteca Crociani di Montepulciano (Si) ospita un’esposizione di importanti sculture e dipinti poco noti o di difficile visibilità, presentati al pubblico dopo il restauro. Tra le opere spiccano alcuni capolavori di Ugolino di Nerio, Luca Signorelli, Sodoma e Andrea Pozzo.
Dopo un accurato restauro viene finalmente riaperta al pubblico la chiesa di Santa Maria degli Angeli a Siena che costituisce uno fra gli esempi più significativi dell’architettura rinascimentale di ambito peruzziano per il ricco patrimonio storico artistico in essa contenuto.
La giovane realtà musicale trentina si esibisce all’ Auditorium S. Chiara di Trento con il Coro Giovanile delle Federazione dei Cori e la banda Giovanile della Federazione dei Corpi Bandistici.
L’Accademia di Belle Arti di Terni propone un’esposizione di manifesti di autori come Picasso,Mirò, Dorazio, provenienti dall’Accademia di Madrid- Obra Grafica Original.

A Venezia, visite guidate alle collezioni delle Gallerie dell’Accademia per conoscere i capolavori esposti seguendo il percorso cronologico, dal Trecento al Settecento, dell’esposizione museale. Anche Palazzo Grimani, sempre nel capoluogo veneto accoglie i visitatori che vogliano conoscere la struttura e gli arredi di una dimora patrizia nella Venezia del Cinquecento.

Tutti gli Istituti e le Associazioni culturali abruzzesi in segno di solidarietà alle popolazioni colpite dal tragico evento, e su iniziativa del MiBAC, sospendono le manifestazioni in programma per la Settimana della Cultura.

TERREMOTO IN ABRUZZO:
il patrimonio culturale è anche tuo. Aiutaci a salvarlo

Il MiBAC, a seguito della grave calamità che ha colpito l’Abruzzo, ha predisposto una serie di iniziative, tra cui, una raccolta fondi ad offerta libera, presso tutti i luoghi d’arte statali che in occasione dell’XI Settimana della Cultura saranno aperti gratuitamente al pubblico.

E’ inoltre attivo SALVIAMO L’ARTE IN ABRUZZO, un conto corrente intestato a:
MINISTERO PER I BENI E LE ATTIVITÀ CULTURALI SALVIAMO L’ARTE IN ABRUZZO
C/C 95882221 – IBAN:IT–85-X-07601-03200-000095882221
CODICE BIC o SWIFT: BPPIITRRXXX

Anche un piccolo aiuto può contribuire alla rinascita.




Link:

Link Servizio Fotografico della Conferenza Stampa
(link esterno al sito - www.fotoweb.beniculturali.it)


Link Galleria Fotografica
(link esterno al sito - www.fotoweb.beniculturali.it)


Link Elenco eventi per regione in formato PDF





Monitoraggio Radio-TV:

GR 1  - 17/04/2009 - 13.00_screenshot
17/04/2009 RADIO UNO GR 1 - 13.00 Conduttore: BICIOCCHI ALBERTO - QUATTROCCHI FRANCESCA - Servizio di: Pietranera Cultura: Da domani a domenica la "Settimana della cultura", inziativa del ministero dei Beni Culturali Int. F. M. Giro (sottosegretario min. Beni Culturali).


Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 066723.5338 .5339 .5340 .5283    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2017 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 24-11-2015 15:43:18 | Rif: 12674


Id Asset: 12674 Generata il: Thu Aug 24 11:35:17 CEST 2017 Tempo di esecuzione: 79 Categoria: Comunicati Stampa (126)