Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma

Il Ministro Urbani presenta la “IV Settimana della cultura” e il piano degli interventi di restauro 2002

Stampa
 Mercoledi 10 aprile 2002 presso il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, alle ore 11,30 (Salone del Ministro II° Piano) in via del Collegio Romano n. 27, alla presenza del Ministro Giuliano Urbani è stata presentata alla stampa la “IV SETTIMANA DELLA CULTURA” prevista dal 15 al 21 aprile prossimi.
Nel corso dell’incontro con la stampa il Ministro Urbani ha presentato anche il programma triennale dei lavori di restauro 2002-2004 nonché il Piano di spesa degli interventi di restauro dell’anno 2002.

Ufficio Stampa MBAC
Informazioni e accrediti
Tel. 06-6723261
Fax 06-69941813


NOTE DI AGENZIE DI STAMPA

ApBiscon (10 aprile 2002)
MINISTRO URBANI CHIEDE 0,25% PIL PER RECUPERO BENI CULTURALI
Il nostro Paese è ricchissimo di beni artistici

Destinare più fondi per il patrimonio artistico e culturale italiano che resta uno dei più ricchi ma meno valorizzati del mondo. Questo il "forte richiamo" lanciato dal ministro per i Beni e le Attività Culturali, Giuliano Urbani, a margine della presentazione della "IV settimana della Cultura", che si è tenuta oggi nel salone del dicastero.
"Dobbiamo ricordarci - ha dichiarato il ministro - che il nostro Paese continua a destinare al settore del patrimonio artistico e culturale risorse preoccupantemente insufficenti rispetto alle reali necessità. Se siamo riconosciuti come il Paese più ricco di beni artistici è pur vero che rispetto ai nostri partner europei destiniamo fondi di gran lunga inferiori".
Urbani ha poi avanzato un suggerimento per sopperire a questa "penuria": "destinare lo 0.25% del PIL al recupero dei Beni Culturali. Per far ciò bisognerà chiedere il consenso ai cittadini, e poi discutere un progetto con il Parlamento e il Governo". Alla domanda se si tratta di una proposta di referendum il ministro risponde: "non è un’idea suscettibile ad un referendum, ma ciò non toglie che bisognerà sensibilizzare tutta la popolazione nella maniera più capillare e riuscire a capire qual è il sentimento popolare riguardo questi temi".

ANSA (10 Aprile 2002)
SETTIMANA CULTURA: URBANI, ’700 MLD LIRE INVESTIMENTI 2002’ ’NONOSTANTE TAGLI ALLA SPESA, MA SI DEVE FARE DI PIU’’

Oltre 700 miliardi di vecchie lire investiti nel 2002, ’’un impegno finanziario leggermente superiore a quello dello scorso anno, nonostante i tagli alla spesa’’, e insieme la consapevolezza che ’’si deve fare di più ’’: e’ il bilancio tracciato oggi dal ministro Giuliano Urbani alla presentazione della Settimana della Cultura.
Alla quarta edizione, dal 15 al 21 aprile, la Settimana si svolgerà per la prima volta anche all’estero, in paesi come Canada, Argentina, Portogallo, Libano (attraverso gli istituti italiani di cultura) e, come sempre, permetterà di entrare gratis in tutti i musei e siti statali, con visite guidate e percorsi spesso non aperti al pubblico, ma anche di andare al cinema pagando il biglietto a prezzo ridotto, 4,50 euro.
’’Sono 2.472 le iniziative previste in tutto l’anno - ha ricordato Urbani - e l’ammontare degli investimenti è di 404 miliardi delle vecchie lire, cui vanno aggiunti i circa 300 miliardi dei fondi del Lotto. In totale, si arriva a oltre 700 miliardi: un impegno finanziario superiore leggermente rispetto all’anno scorso, pur in presenza dei dolorosissimi tagli alla spesa, resi necessari dallo stato delle finanze pubbliche’’.
Ma la Settimana e’ anche ’’l’occasione per ricordare - ha detto ancora Urbani - che l’Italia continua a destinare a questo settore risorse insufficienti rispetto alle necessità. Se e’ vero che siamo il Paese con il più ricco patrimonio artistico del mondo, come ci riconoscono tutte le fonti anche internazionali, siamo anche quello che destina meno risorse alla tutela, conservazione e valorizzazione di questo patrimonio, rispetto agli altri Paesi occidentali. La questione va posta al governo, al Parlamento e a tutti i cittadini italiani: bisogna lavorare a un meccanismo in grado di accrescere gradualmente le risorse, per fronteggiare la sfida di essere italiani, che e’ un privilegio ma anche una responsabilità’’.
Con un ’’programma caleidoscopico’’ e mille eventi sparsi sul territorio (mostre su antiche civilta’, convegni, rassegne fotografiche, multimediali e editoriali, seminari e perfino corse campestri e percorsi enogastronomici, il tutto consultabile sul sito del ministero, (www.beniculturali.it), la Settimana, ha detto il ministro, ’’ha come obiettivo avvicinare il grande pubblico alla conoscenza e all’amore per il nostro patrimonio, facilitare le visite e il consumo culturale’’.
Certo, ha ammesso Urbani, su questa strada ’’abbiamo ancora tanto da semplificare’’. E, scherzando, ha fatto l’esempio dell’aggettivo ’demoetnoantropologico’: ’’Mi ricorda certi verbi impronunciabili che i professori di greco al liceo classico ci imponevano di declinare. E non vi dico che cosa non sbagliavamo noi studenti’’.






Audiovisivi:

IV SETTIMANA DELLA  CULTURA_screenshot


Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 066723.5338 .5339 .5340 .5283    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2017 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 20-02-2009 14:48:28 | Rif: 3734


Id Asset: 3734 Generata il: Thu Aug 24 08:32:18 CEST 2017 Tempo di esecuzione: 96 Categoria: Campagne di Comunicazione (116)