Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma

SPOT “i-MiBAC – Top 40”

Stampa
Spot realizzato in occasione della presentazione dell'applicativo “i-MiBAC – Top 40”, la prima applicazione che trasforma il cellulare in uno smARTphone

L’arte e la cultura italiana approdano nel mondo della telefonia mobile. Dal 1° luglio sarà disponibile l’applicazione “i-MiBAC – Top 40”, la prima di una serie di applicazioni per telefonia mobile, pluritematiche e gratuite, dedicate ai beni culturali. Si tratta della prima applicazione ufficiale rilasciata da un Ministero italiano. Inizialmente sarà utilizzabile su iPhone, iPod Touch e iPad ma a breve sarà utilizzabile con tutti gli smartphone, anche in lingua inglese.
Il progetto “i-MiBAC”, dove la i sta per informazioni, nasce su iniziativa della Direzione Generale per l’organizzazione, gli affari generali, l’innovazione, il bilancio ed il personale e la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale, in collaborazione con il Ministro del Turismo, per promuovere l’arte e la cultura attraverso nuovi strumenti di comunicazione, e tra breve si arricchirà di altre applicazioni dedicate al cinema, alla musica, ai luoghi meno visitati ma altrettanto degni di nota, al patrimonio salvato in Abruzzo, all’arte recuperata dal Comando Carabinieri Tutela Patrimonio Culturale, ai siti UNESCO.

“i-MiBAC – Top 40”, è scaricabile gratuitamente dall’AppStore e dai siti web istituzionali e presenta i 40 musei e aree archeologiche più visitati d’Italia. Ogni luogo della cultura è descritto attraverso una scheda con le informazioni generali di accesso e una ricca galleria iconografica. Sono presenti numerose sezioni che implementano l’utilità dell’applicazione ampliandone i contenuti, gran parte delle quali consultabili anche senza una connessione internet:
- Mappa: mappatura di tutti i musei e monumenti segnalati nell’applicazione e dei relativi percorsi culturali connessi. Inoltre rileva la posizione dell’utente tramite GPS e segnala i luoghi della cultura presenti nelle vicinanze.
- Musei e Monumenti: informazioni generali sull’accesso; i contatti, il sito web, gli orari di apertura, informazioni inerenti ai biglietti d’ingresso e alle visite guidate. Ma anche brevi schede storico-critiche sulle collezioni museali e sugli scavi archeologici e una selezione delle immagini delle opere più rappresentative, visualizzabili nei dettagli. Questo grazie ad un ricco apparato iconografico curato dall’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione e dai maggiori archivi fotografici italiani: Archivi Scala e Alinari.
C’è inoltre la possibilità di condividere le informazioni su musei e monumenti, tramite Facebook e la possibilità di salvare i “luoghi della cultura” preferiti come boookmarks nell’applicazione
- Percorsi: percorsi tematici segnalati dalla redazione di “Cultura Italia”, con georeferenziazione dei luoghi, immagini e brevi schede storiche degli stessi.
- Morphing: realizzazione in morphing di restauri e/o mutazioni nel tempo di una selezione di opere d’arte.
- Top Secret: video e galleria fotografica dei luoghi meno accessibili al pubblico, nei pressi dei Top 40, per una ulteriore valorizzazione del patrimonio inesplorato.
- Audio: una selezione di brani musicali contestualizzati rispetto alla selezione delle opere.
- News: eventi, programmi e notizie direttamente dal sito del MiBAC.
- Tickets: possibilità di prenotare e acquistare il biglietto per i siti MiBAC direttamente dal proprio telefono, fino a 24 ore prima dell’ingresso. Una volta effettuato l’acquisto, l’utente riceve via mail un codice a barre che permetterà di entrare direttamente, evitando le code.
Si tratta di una novità assoluta nel mondo dei beni culturali. Il sistema, realizzato in collaborazione con Pierreci-Codess, sarà subito in funzione per il Colosseo, il Foro Romano e il Palatino e verrà presto esteso anche ad altri siti culturali italiani.

Il progetto “i-MiBAC” è ideato dalla società Artchivium e realizzato in collaborazione con la Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale. I testi presenti dell’applicazione sono curati dalle Soprintendenze e dalle Direzioni Museali di competenza.


Direzione Generale per la valorizzazione del patrimonio culturale
06/67232394






Audiovisivi:

SPOT i-MiBAC_screenshot
L’arte e la cultura italiana approdano nel mondo della telefonia mobile. Dal 1° luglio sarà disponibile l’applicazione “i-MiBAC – Top 40”, la prima di una serie di applicazioni per telefonia mobile, pluritematiche e gratuite, dedicate ai beni culturali. Si tratta della prima applicazione ufficiale rilasciata da un Ministero italiano. Inizialmente sarà utilizzabile su iPhone, iPod Touch e iPad ma a breve sarà utilizzabile con tutti gli smartphone, anche in lingua inglese


Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 066723.5338 .5339 .5340 .5283    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2017 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 24-11-2015 15:33:13 | Rif: 78648


Id Asset: 78648 Generata il: Thu Aug 24 19:55:05 CEST 2017 Tempo di esecuzione: 3017 Categoria: Campagne di Comunicazione (116)