Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma

POMPEI@MADRE. MATERIA ARCHEOLOGICA       
L’archeologia incontra l’arte contemporanea

 
 
Stampa
La mostra, presentata in due capitoli e articolata su gran parte degli spazi espositivi del museo Madre (Pompei@Madre. Materia Archeologica, e Pompei@Madre. Materia Archeologica: Le Collezioni), è concepita come un viaggio nel tempo e nello spazio, come un dialogo fra oltre 400 straordinari, ma poco conosciuti e raramente esposti, materiali archeologici di provenienza pompeiana e le opere di più di 90 fra artisti e intellettuali moderni e contemporanei: da scrittori come Goethe e Stendhal a artisti come Warhol e Rauschenberg, dalle ceramiche della Real Fabbrica di Capodimonte ai progetti di architetti come Le Corbusier, dagli strumenti di lavoro e dalle foto d’epoca che documentano le varie campagne di scavo fino alle sperimentazioni delle ultime generazioni. 
Un progetto senza precedenti, frutto di una inedita collaborazione fra il Parco Archeologico di Pompei, uno dei più importanti siti archeologici al mondo e il MADRE, il museo regionale campano d’arte contemporanea, premiato più volte come il miglior museo d’arte contemporanea d’Italia. Un incontro scientifico e culturale che ha dato vita al più ambizioso e spettacolare progetto di esposizione e ricerca, in cui la materia archeologica incontra l’arte contemporanea, dando vita ad una contaminazione spettacolare e di grande impatto.
Pompei@Madre. Materia Archeologica evoca così un ipotetico museo diffuso in cui percorrere gli oltre trenta secoli di contemporaneità della Campania Felix e riconoscerne il pervasivo rapporto fra natura e cultura e fra materiale e intellettuale. In mostra passato, presente e futuro si uniscono per raccontare un’unica storia, quella della perdurante contemporaneità della materia archeologica pompeiana, destinata a essere sempre “riscoperta” da ogni nuova generazione. 

La mostra verrà inaugurata sabato 18 novembre con preview gratuita dalle ore 12.00 alle 21.00 e resterà aperta al pubblico dal 19 novembre fino al 24 settembre 2018 per Le Collezioni (ingresso e primo piano), mentre Materia Archeologica (terzo piano), resterà aperta fino al 30 aprile.

La mostra, inoltre, sarà visitabile con la nuova Artecard POMPEI@MADRE, una card unica che consente di vivere l’innovativo evento coprodotto dal Parco Archeologico di Pompei e dal Museo MADRE di Napoli e permette di visitare il Parco Archeologico di Pompei e il Museo MADRE. 
Ideata da Scabec attraverso la piattaforma Campania>ARTECARD, la card costituisce una chiave unica per conoscere e vivere l’archeologia e l’arte contemporanea. 
 
 
Info utili

Pompei@MADRE artecard include:
- 1 ingresso al Museo MADRE + la mostra
- 1 ingresso al Parco Archeologico di Pompei
- Viaggi su tutta la rete di trasporti regionale
Validità 2 giorni, costo ordinario 22 €  e ridotto 14 € per i giovani tra i 18 e i 25 anni
Info e prenotazioni www.campaniartecard.it  | numero verde 800 600 601  | Cellulari ed estero+39 081 19737256
 
Didascalie immagini
1. Olla per la bollitura degli alimenti e situla per attingere l’acqua con lapilli dell’eruzione del Vesuvio
I secolo d.C.
bronzo
30,5 x 30,5 cm; 22,4 x 23 cm
Pompei, olla dalla Casa di Lollius Synhodus (I 11,5) e situla dalla Bottega del Garum (I 12,8)
Parco Archeologico di Pompei, inv. 12851, 13094
Foto Amedeo Benestante

2. Pierre-Jacques Volaire
Eruzione del Vesuvio dal ponte della Maddalena
1782
olio su tela firmato in basso a destra: “Peint par le Chev.er Volaire en 1782”
130 x 240 cm
Courtesy Museo e Real Bosco di Capodimonte, Napoli, inv. D’Av. 22A
Foto Luciano Romano

3. Andy Warhol
Vesuvius
1985
acrilico su tela
230 x 300 cm
Courtesy Museo e Real Bosco di Capodimonte, Napoli, inv. Q 1794
Foto Luciano Romano

4. Coppe con pigmento
I secolo d.C.
dimensioni varie
Pompei, Parco Archeologico di Pompei
Foto Amedeo Benestante

5. Venere su quadriga trainata da quattro elefanti
I secolo d.C.
affresco
151 x 196 cm
Pompei, Officina di Verecundus (IX 7,7) Parco Archeologico di Pompei
Foto Amedeo Benestante

6. Laure Prouvost
Swallow Me, From Italy to Flander, a Tapes y
2015
arazzo
200 x 462 cm
Collezione Natalie Seroussi
Courtesy Galerie Nathalie Obadia, Parigi/Bruxelles
Foto Bertrand Huet

7. Goshka Macuga
Karl Marx
2016
porcellana Parian
25 x 21 x 27 cm
Collezione Nicoletta Fiorucci, Londra
Courtesy l’artista; Andrew Kreps Gallery, New York


Redattore: RENZO DE SIMONE








Immagini(cliccare per ingrandire)
1
1
2
2
3
3
4
4
5
5
6
6
7
7

Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 066723.5338 .5339 .5340 .5283    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2017 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 17-11-2017 16:40:58 | Rif: 179932


Id Asset: 179932 Generata il: Fri Nov 17 22:09:59 CET 2017 Tempo di esecuzione: 85 Categoria: Comunicati (665)