Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma


Il Restauro una certezza per il domani

restaura2008_Opuscolo
restaura2008_Opuscolo
Stampa
Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali
Ferrara 2-5 Aprile 2008

Con il tema “Il Restauro una certezza per il domani”, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali per il tramite della Direzione Generale per il bilancio e la programmazione economica, la promozione, la qualità e la standardizzazione delle procedure, partecipa anche quest’anno al Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali di Ferrara con l’obiettivo di valorizzare il prezioso lavoro svolto dagli Istituti centrali, Soprintendenze, Archivi e Biblioteche.

Grazie anche all’impiego di tecnologie avanzate, il restauro italiano si pone su un piano di eccellenza, che lo rende esempio-guida per gli altri Paesi, sempre più frequentemente rivolti all’Italia quale punto di riferimento del settore.

Per far conoscere e promuovere questa importante attività, il MiBAC partecipa alla fiera con uno stand istituzionale in cui, insieme agli Istituti Centrali e alle strutture territoriali, presenta, in modo unitario, anche attraverso l’uso di tecnologie avanzate, i progetti più innovativi in materia di conservazione e restauro realizzati negli ultimi anni.

Come già in precedenza, il MiBAC, in questa occasione, vuole dare risalto alle attività svolte dagli Istituti Centrali, strutture di eccellenza italiane nel campo della ricerca e del restauro, riconosciute anche a livello internazionale.
Nel 2008, in particolare, il MiBAC si presenta a Ferrara con una grande innovazione determinata dall’entrata in vigore del Nuovo Regolamento di riorganizzazione, che tra le più importanti novità, prevede la nascita dell’Istituto centrale per il restauro e la conservazione del patrimonio archivistico e librario, originato dall’accorpamento dell’Istituto Centrale per la Patologia del Libro conil Centro di fotoriproduzione, legatoria e restauro degli Archivi di Stato.

Questa fusione rappresenta un’operazione destinata a sviluppare un gran numero di sinergie positive, grazie alla messa in comune di componenti umane, tecniche e metodologiche che favoriranno un confronto positivo al progresso e all’avanzamento della ricerca scientifica dei laboratori coinvolti.
Altra grande novità del Nuovo Regolamento è rappresentata dalla creazione dell’Istituto Superiore per la conservazione ed il restauro” ( ex Istituto Centrale per il Restauro), ora dotato di autonomia speciale. Questa trasformazione porterà la struttura ad avvicinarsi sempre più ai dettami del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio, entrato in vigore nel 2004, e l’ aiuterà a diventare un punto di riferimento per il patrimonio artistico non solo italiano ma anche mondiale.
L’Opificio delle Pietre Dure, da parte sua per l’occasione, mette in evidenza la sua attività di organizzazione, in esclusiva o in collaborazione, di mostre d’arte, in Italia e all’estero, che hanno visto protagonisti alcuni settori di restauro dell’Istituto.

Non soltanto quindi ricerca, operatività, formazione, ma anche diffusione dei risultati e promozione della conoscenza attraverso iniziative espositive ed editoriali.

L’Istituto Centrale per il Catalogo e la Documentazione pone l’attenzione sul “bene fotografia, la cui conoscenza e conservazione da tempo ha affiancato le altre sue attività. L’impegno dell’ICCD, in tal senso, si è concretizzato nella predisposizione di metodologie e standard di catalogazione, restaurando i fondi storici, valorizzando le pratiche fotografiche e sostenendo gli studi di settore.

Si sottolinea, in particolare, il convegno previsto per il giorno 3 aprile dal titolo “Mosaico – Insieme per i colori d’Europa Melting the Colours of Europe” inserito nell’ambito dei progetti nazionali per l’Anno Europeo del Dialogo Interculturale 2008. Il progetto si propone di coinvolgere intellettuali ed operatori culturali, provenienti da tutta Europa in uno scambio reciproco di conoscenze ed esperienze.

L’ampio programma del MiBAC sarà articolato in 24 convegni, 13 incontri tecnici e un grande appuntamento istituzionale. Quest’ultimo, dal titolo “Restauro una certezza per il domani” e previsto il 2 aprile, sarà l’occasione per un confronto tra i massimi esperti italiani nel settore, tra cui politici, dirigenti del MiBAC, rappresentanti istituzionali, tecnici e docenti universitari.

Maddalena Ragni
Direttore Generale per il bilancio e la programmazione
economica, la promozione, la qualità e la standardizzazione delle procedure




Informazioni Evento:


Data Inizio: 02 aprile 2008
Data Fine: 05 aprile 2008
Luogo: Ferrara - FerraraFiere
E-mail:


Documentazione:

Scarica il programma
(documento in formato pdf, peso 137 Kb, data ultimo aggiornamento: 20 novembre 2008)

Scarica la pubblicazione di 217 pagine
(documento in formato pdf, peso 3628 Kb, data ultimo aggiornamento: 20 novembre 2008)




Link:

Link Galleria Fotografica
(link esterno al sito - www.fotoweb.beniculturali.it)




Monitoraggio Radio-TV:

SUPER 3 GIORNALE H 21.30 DURATA:0:01:57_screenshot
IL SALONE DELL'ARTE E DEL RESTAURO IN FIERA A FERRARA. QUEST'ANNO IL SETTORE ARCHIVISTICO DEL MINISTERO DEI BENI E LE ATTIVITA' CULTURALI HA FATTO LA PARTE DEL LEONE. IMMAGINI DELLO STAND DEL MIBAC. INTERVISTA A: A. PASQUA RECCHIA, DIR. GEN. DEGLI ARCHIVI MIBAC.

T9 H 19.30 DURATA: 0:01:32_screenshot
IL SALONE DELL'ARTE E DEL RESTAURO IN FIERA A FERRARA. INTERVISTA A: A. MADDALENA RAGNI, DIRETTORE GENERALE DEL BILANCIO E DELLA PROMOZIONE DEL MIBAC.


Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 066723.5338 .5339 .5340 .5283    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2017 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 17-03-2009 12:14:37 | Rif: 560


Id Asset: 560 Generata il: Tue Aug 22 14:34:58 CEST 2017 Tempo di esecuzione: 59 Categoria: Archivio (240)