Particolare stilizzato della cupola del Pantheon, Roma


Ecopolis: dall’1 al 3 aprile alla Fiera di Roma si rinnova il dibattito sulle città del futuro

Ecopolis, principale
Ecopolis, principale
Stampa
Aziende e istituzioni insieme per la sostenibilità ambientale
Si aprirà mercoledì 1 aprile alle ore 10.00 Ecopolis: il summit internazionale dedicato al tema della città, dell’ambiente urbano e della sostenibilità, promosso da Camera di Commercio di Roma e Fiera Roma - sotto l’Alto Patronato della Presidenza della Repubblica.

In programma presso la Fiera di Roma fino a venerdì 3, Ecopolis nasce per promuovere una riflessione a tutto tondo sulle tematiche verdi più attuali, attraverso il ‘fil rouge’ della gestione ambientale delle città che, se da un lato rappresentano la maggiore fonte di impatto per l’ambiente, dall’altro possono contenere la soluzione a questi problemi.
Studi autorevoli dimostrano che nel 2030 quasi 5 miliardi di persone vivranno nelle aree urbane, con punte di crescita fino all’80% nei paesi non sviluppati o in via di sviluppo. Secondo i dati dell’ United Nations Populations Fund “State of the world population 2007”, in Africa e Asia la popolazione urbana raddoppierà tra il 2000 e il 2030 e la concentrazione di persone in aree così ristrette comporterà una analoga e parallela concentrazione di risorse, beni, merci, servizi, flussi. In una parola la gran parte dell’economia.

Ecopolis vuole essere il luogo in cui interrogarsi sulle modalità attraverso cui governare questi fenomeni, per costruire un futuro adeguato alle aspettative di miglioramento della qualità della vita. Ispirandosi alla Dichiarazione delle Città Verdi (Giornata Mondiale dell’Ambiente – San Francisco 2005), il salone ‘farà il punto’ sullo stato dell’arte in sette settori strategici: energia, rifiuti, mobilità, acqua, natura urbana, urban design, salubrità ambientale. Trasversale sarà poi il tema della governance, imprescindibile se si pensa al ruolo della Pianificazione Strategica delle grandi Aree Metropolitane.

La tre giorni romana sarà dunque un momento di incontro e di confronto destinato a diventare un punto di riferimento per coloro che quotidianamente si occupano di progettare il futuro delle nostre città, a vari livelli e ognuno con le proprie competenze specifiche. Ogni metropoli sta oggi sperimentando nuovi modi per gestire i beni collettivi e le questioni di pubblico interesse (risparmio idrico, gestione dei rifiuti, salubrità dell’aria, ecc.), ma solo dalla condivisione delle conoscenze e dallo scambio di esperienze relative può prendere avvio un nuovo corso.

“Ci auguriamo che la manifestazione possa essere una ribalta prestigiosa per amministratori pubblici e aziende, che presenteranno le proprie best practices, esperienze, tecnologie e progetti innovativi per costruire contesti urbani realmente sostenibili. – spiega il Presidente di Fiera Roma, Roberto Bosi – In un momento difficile come quello che l’economia attraversa, crediamo che le aziende abbiamo bisogno di nuovi stimoli da cui ripartire e ci auguriamo che lo sviluppo sostenibile possa diventare un motore di ripresa per il sistema industriale. A quanti hanno scelto di investire in questo evento nuovo ma ambizioso, va il nostro grazie e il nostro impegno nel favorire il dialogo tra mondo produttivo e Istituzioni, perché dal confronto possano emergere nuove strategie da percorrere per uno sviluppo profittevole e armonico”.

“Lo sviluppo sostenibile - afferma Lorenzo Tagliavanti, Presidente f.f. della CCIAA di Roma - rappresenta per le nostre imprese una sfida imprescindibile e, al tempo stesso, una grande opportunità. Quando un’impresa sceglie di coniugare efficienza ed etica investe in valori intangibili in grado di assicurare un formidabile ritorno in termini di competitività. Ecopolis, oltre a contribuire in maniera forte allo sviluppo internazionale del nuovo polo fieristico, rappresenta per le aziende una grande opportunità di incontro-confronto con tutti i soggetti coinvolti nello sviluppo, in particolare con la pubblica amministrazione. E la collaborazione tra la nostra Istituzione e Fiera di Roma su questo evento nasce proprio dalla volontà di creare un luogo di dibattito di alto livello su questi temi. L’operato della CCIAA di Roma è, infatti, rivolto a favorire una crescita equilibrata del territorio, in linea con un modello di sviluppo liberale. Modello che - conclude Tagliavanti - considera il mercato uno strumento per il miglioramento della qualità della vita”.

Vero ‘plus’ dell’evento è il ricco calendario di convegni – main conference e appuntamenti paralleli - ai quali prenderanno parte opinion leader mondiali, che presenteranno studi e ricerche approfondite sulle diverse tematiche di dibattito.
Si partirà l’1 aprile con la presentazione del V Rapporto annuale sull’ambiente urbano, promosso dal Sistema delle Agenzie per l’Ambiente ISPRA/ARPA/APPA, a cui seguirà nel pomeriggio della prima giornata il convegno “Città del futuro”. Con alcune tra le voci più autorevoli e ‘visionarie’ del nostro tempo – tra cui Alejandro Gutierrez, progettista della prima città sostenibile al mondo - si affronterà la sfida della costruzione di comunità a zero emissioni.

Altrettanto intenso il dibattito della seconda giornata, che prenderà il via con il convegno “L’energia delle città” - promosso con il contributo della Regione Lazio - per fare il punto sul risparmio energico e l’utilizzo di energie rinnovabili (solare diretta, energia idrica, eolica ed energia derivante dalle biomasse), che oggi coprono solo il 10% del fabbisogno energetico mondiale.
Al pomeriggio, invece, il ricercatore di fama mondiale Richard Pluntz, presenterà lo studio condotto per la Columbia University sul tema dei cambiamenti climatici e avvierà il dibattito sulle nuove emergenze, dal punto di vista sociale, architettonico, sanitario, che devono guidare la pianificazione urbana.

Il 3 aprile, infine, l’attenzione si sposterà verso tematiche più strettamente economiche per analizzare quali opportunità e sfide si presentano alle imprese in una fase di transizione verso un’economia più sostenibile e come proprio la green economy possa diventare un motore di ripresa per il sistema industriale. Le grandi trasformazioni a cui saranno chiamate le aree urbane nei prossimi anni per far fronte ai cambiamenti climatici vedranno, infatti, un sempre più diretto coinvolgimento di tutti quei soggetti economici e industriali che saranno in grado di assicurare alle amministrazioni metodi, processi e tecnologie innovativi e tra loro integrati.

A questi appuntamenti si affiancheranno incontri e conferenze su argomenti più tecnici come la bioedilizia, la mobilità sostenibile, il green rating, la gestione dei rifiuti, ecc, che faranno il punto su settori e tematiche specialistiche.
Tutti gli incontri si svolgeranno presso il Centro Convegni al padiglione 10; parallelamente nell’area espositiva del padiglione 9 saranno visionabili gli stand di enti e aziende che esporranno i propri progetti di sviluppo e i prodotti che miglioreranno la qualità della vita nelle città del futuro.

Sulla passerella di Ecopolis 09 sfileranno anche i vincitori di due interessanti concorsi di ‘architettura sostenibile’ scaturiti entrambi dall’obiettivo di tracciare la nuova via italiana per la realizzazione delle future metropoli verdi e a misura d’uomo.
Il primo - coordinato da ANCAB/Legacoop, assieme a Legambiente - si distingue per la “fattibilità” e l’attenzione ai costi: uno dei modi di espressione della sostenibilità è, infatti, nella possibilità di un costruire sostenibile senza budget esorbitanti. Il secondo è “Sustainab.Italy”: uno dei progetti presentati dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali – Direzione generale per la qualità e la tutela del Paesaggio, l’Architettura e l’Arte Contemporanee, che oltre ad uno stand tradizionale allestirà una sala di proiezione video, dove verranno promossi Sustainab.Italy, Premio del Paesaggio – Val di Cornia, L’Italia cerca casa, Qualità Italia e Qualità urbana e quartieri sostenibili prodotto da fjfm-produzioni audiovisive. Il Direttore Generale Francesco Prosperetti sarà presente, nella giornata inaugurale del 1 aprile, al Convegno delle ore 14.30 “ Più Verde per legge” ed alla Tavola Rotonda delle ore 15.00 “ La città del Futuro, nuove visioni nel tempo in cui la città è la sfida”. Il contributo dell’architettura dei giardini pensili al miglioramento dell’ambiente e del paesaggio urbano”. La partecipazione della Parc, unica istituzione presente insieme al Ministero dell’Ambiente all’iniziativa, punta a dare un significativo contributo alle tematiche cardine “qualità e sviluppo ecosostenibile”, con l’obiettivo di mostrare al pubblico le competenze di una Direzione Generale giovane e moderna, ma con esperienza e competenze storiche di eccellenza in materia di paesaggio, architettura e arte contemporanee.

Ufficio Stampa a cura di GMPRgroup – tel +39 051 2913911
Patrizia Semeraro: mob. +39 347 6867620, e-mail: patrizia.semeraro@gmpr.it
Giulia Sapienza: mob. +39 347.0874444, e-mail: giulia.sapienza@gmpr.it

L’accesso alla manifestazione è gratuito per i giornalisti. È attiva la procedura di pre-accredito sul sito www.ecopolis09.it



Informazioni Evento:


Data Inizio: 01 aprile 2009
Data Fine: 03 aprile 2009
Luogo: Roma: Nuova Fiera, Via Portuense
E-mail:


Documentazione:

La PARC in Ecopolis (Comunicato Stampa)
(documento in formato doc, peso 133 Kb, data ultimo aggiornamento: 30 marzo 2009)




Link:

Link Sito PARC


Link Sito www.ecopolis09.it/


Link Video - www.fjfm.it



Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Via del Collegio Romano, 27 00186 Roma
Numero Verde: 800 99 11 99    URP: (+39) 066723.5338 .5339 .5340 .5283    Centralino MiBACT: (+39) 06.6723.1     scrivi al MiBAC

Valida questa pagina con gli strumenti del W3C © 2017 Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo - Ultimo aggiornamento 01-04-2009 19:13:47 | Rif: 12189


Id Asset: 12189 Generata il: Wed Aug 23 02:26:24 CEST 2017 Tempo di esecuzione: 85 Categoria: Anno corrente (239)